• Home
  • Tv
  • Stasera in tv: “Paprika” e la via nipponica alternativa all’animazione di Miyazaki
http://www.ilsignorinobuonasera.it/wp-content/uploads/2015/11/PaprikaKidsTalkFilm_Twitch-960x600_c.jpg

Stasera in tv: “Paprika” e la via nipponica alternativa all’animazione di Miyazaki


Il lunedì è più bello se si apre con l’ovvietà di tanti film ai limiti del capolavoro. Niente di imperdibile perché perlopiù già visto, ma non si cerca in tv quello che si può vedere solo al cinema.

Capolavoro irripetibile di M. Night Shymalan (a giudicare dalla sua filmografia), “Il sesto senso” su IRIS alle 21 è il celeberrimo horror spettrale e parapsicologico che ha inaugurato una tendenza di genere che raramente ha raggiunto le medesime vette di lirismo. Un bambino vede la gente morta e uno psicologo tenta di aiutarlo: una storia che più dell’orrore gronda solitudine e disperazione; un gioco di scatole cinesi dalla potenza narrativa insuperabile.

Stasera in tv: Il sesto senso

Stasera in tv: Il sesto senso

Ciò non toglie che ci si possa sentire in bilico riguardo cosa vedere stasera in tv; un po’ come la protagonista di “Transamerica” su LaEffe alle 21.05, road movie sui generis, storia di un figlio delinquente e marchettaro e un padre che coltiva la sua inaspettata indole materna, come la sua natura di transessuale in attesa di diventare donna gli impone ben oltre la conta dei cromosomi. Al di là delle contrapposizioni evidenti, il film di Duncan Tucker ha la rarissima sensibilità di non perdere mai di vista l’interiorità espansa di Felicity Huffman, ex “casalinga disperata” in equilibrio tra due mondi e modi d’essere. Per questo ruolo l’attrice è stata candidata all’Oscar dopo aver vinto il Golden Globe.

Stasera in tv: Transamerica

Stasera in tv: Transamerica

Più divertente degli episodi precedenti e ben più elevato degli standard qualitativi del deludente terzo capitolo, questo “Mission: Impossible – Protocollo Fantasma” su Canale 5 alle 21.10 sembra un viaggio parodistico all’interno degli stilemi della saga che vede l’agente Ethan Hunt costretto a provare la propria innocenza rispetto all’attentato che ha distrutto il Cremlino. Il film è diretto da Brad Bird, regista e cartonista da Oscar de “Gli Incredibili” che, messo di fronte alle responsabilità di un blockbuster, non rinuncia all’ironia della Disney Pixar e calca la mano sull’azione, lo spettacolo e, ovviamente, la meraviglia. Tanto di cappello a Tom Cruise, che produce il film, e inonda la pellicola con la sua eccezionale personalità da divo indistruttibile.

Stasera in tv: Mission: Impossible - Protocollo Fantasma

Stasera in tv: Mission: Impossible – Protocollo Fantasma

Meravigliosa anche RaiMovie alle 23, che in SECONDA SERATA trasmette “Misery non deve morire”. Perchè la Annie Wilkies di Kathy Bates, tanto brava e agghiacciante da meritarsi l’Oscar, è una vecchia megera che, piuttosto che regalare dolcetti, frantuma caviglie a suon di martellate e raddrizza ossa spezzate con precari kit medici, e io sono assolutamente estasiato tutte le volte che la vedo dimenarsi esagitata, col pappagallo pieno di piscio dell’inerme James Caan/Paul Sheldon.

Stasera in tv: Misery

Stasera in tv: Misery

CULT del giorno, per una volta, è il cartoon-capolavoro “Paprika – Sognando un sogno” su LaEffe alle 23.05, meraviglia d’animazione nipponica di Kon Satoshi, che si discosta dal lirismo della Studio Ghibli per dimostrare che in Giappone un’altra via a Miyazaki è possibile. In un futuro non troppo lontano, un’invenzione permette agli psicoanalisti di immergersi nei sogni dei propri pazienti in modo da conoscere e curare problematiche nascoste dell’io. La dottoressa Atsuko, sotto lo pseudonimo di Paprika, utilizza questa procedura anche al di fuori della struttura in cui è capo della ricerca, con il fine di aiutare le persone traumatizzate da eventi passati. Nonostante la massima sicurezza e protezione che vigono attorno all’esperimento, parti dell’invenzione vengono rubate. Complesso e fascinoso, coi suoi iper-livelli cinematografici tra sogno e realtà, questa pellicola presentata al Festival di Venezia nel 2006 è una sovraccarica esperienza emozionale, forse ridondante per un film d’animazione se non si è disposti ad accettare che un cartone animato possa parlare soprattutto agli adulti, ma è indubbiamente la provati quanto superba e affascinante sia la fantasia, lasciata libera da ogni vincolo.

Stasera in tv: Paprika

Stasera in tv: Paprika

Se invece siete in vena di sciatteria e ovvietà non posso certo oppormi da segnalarvi che stasera in tv c’è “L’ultimo esorcismo” su MTV 8 alle 23. A parte riconoscere che se dovessi contare tutte le “ultime” cose viste al cinema a partire dal titolo, non dovrebbe esistere più neanche la celluloide per le pellicole, posso sottolineare che questo thriller incerto e inciampante sul versante horror, e che racconta la storia di un esorcismo filmato da una troupe televisiva, è piuttosto povero anche di quel sulfureo terrore che tutte le pellicole incentrate sul demoniaco dovrebbero imparare a distillare. MTV è spesso soggetta a cambi di palinsesto (ndr).

Stasera in tv: L'ultimo esorcismo

Stasera in tv: L’ultimo esorcismo

Fortunatamente sempre MTV alle 0.45 si riscatta col bellissimo “Will Hunting – Genio Ribelle” che ha dato fama e popolarità (insieme ad un Oscar per la Miglior Sceneggiatura Originale) ai giovanissimi Matt Damon e Ben Affleck e consegnato la stessa statuetta di Miglior Attore Non Protagonista a Robin Williams per l’ennesimo dei suoi ruoli di educatore folle: il fatto che il protagonista sia un orfano con una spiccata indole per i numeri interessa poco, perché ad un regista come Gus Van Sant si addice di più la descrizione di un’esperienza superiore come quella della scintilla di una qualsivoglia genialità all’interno di un ambiente “non confortevole” o “non catalogabile” come tale. Quindi ci dispiace per lo stesso Williams o per il pur bravo Stellan Skarsgård, ma il film avvince maggiormente nei suoi momenti squisitamente “sociali”, nello sviluppare il rapporto di Will con la sua ragazza e i suoi amici. Comunque un film stupendo che è diventato un “classico”, sul quale nessuno nel 1997 avrebbe mai puntato qualcosa.

admin

Other posts by

Menu